Creare uno spot radio a zero emissioni

 Lo spazio della creatività sconfina dal messaggio e si protrae fino all’individuazione di nuove forme produttive per la comunicazione.

L’elaborazione di soluzioni a basso impatto ambientale, sta divenendo un imperativo categorico quando si parla di sostenibilità. E tutti i mezzi possono essere adattati a questo scopo, persino i più tradizionali. Come?
Studiando soluzioni logistiche e tecniche in grado di sfruttare energie alternative, evitando inutili sprechi e scegliendo materie prime efficienti da un punto di vista green.

Nell’attuale fase, le soluzioni sostenibili sono ancora in via di sperimentazione e si presentano come novità, tanto da divenire esse stesse il cuore del messaggio.  Quando non vampirizzano la comunicazione, ricoprono il ruolo di supporting evidence  e sono in grado di rafforzare la credibilità del contenuto veicolato.

Ripensare i metodi tradizionali di produzione per uno spot radio è sicuramente una bella sfida per le agenzie e non basta copiare le soluzioni degli altri. Chi sicuramente non ha copiato è stata la Coop, che nel 2011 ha realizzato il primo spot radio eco-sostenibile. Il video qui sotto documenta la soluzione creativa adottata.

E secondo te, l’importante resta la creatività del messaggio o queste nuove pratiche   possono essere considerate delle buone alleate per i contenuti della comunicazione?