Green Graffiti e la comunicazione pulita

Per chi si occupa di comunicazione sostenibile l’agenzia Green Graffiti è sicuramente un punto di riferimento. Perché? Perché sono gli autori della comunicazione pulita, ossia hanno brevettato un metodo di comunicazione in grado di pulire le città, invece che imbrattarle.

Si tratta appunto dei greengraffiti, ossia messaggi pubblicitari impressi su marciapiedi e muri, attraverso un template e dell’acqua. Questo video illustra come:


Al confine tra affissione, guerrilla marketing e street art, ecco un nuovo mezzo di comunicazione. I partner italiani dichiarano che i greengraffiti  se confrontati con un manifesto cartaceo, permettono un risparmio di ben 90 litri d’acqua e che per rendere ad impatto zero il loro lavoro, partecipano alla campagna GreenAdsBlue, donando un euro per ogni messaggio creato, al fine di costruire cisterne per la raccolta delle acque piovane in Brasile.

L’unica pecca è che in questo calcolo non viene dichiarato l’impatto ambientale del template e forse non  è stata pensata una compensazione anche per questo aspetto. Piccolezze di fronte all’impatto di una comunicazione tradizionale.

Altre tecniche di affissione sostenibile sono proposte dalle agenzie di Green Graffiti internazionali come, ad esempio, l’impiego di gessi colorati biodegradabili al 100% oppure l’utilizzo di materiali organici, in primis il muschio.

Insomma, arte, artigianato e creatività a servizio della comunicazione.