Monaco, la capitale ciclabile tedesca

La mobilità ciclabile è un tema caldo degli ultimi anni e un asset strategico per lo sviluppo territoriale. Una volta capito questo e dopo aver deciso di investire per lo sviluppo delle infrastrutture necessarie alla messa in sicurezza delle strade per i ciclisti, occorre però investire anche nel marketing e nella comunicazione. Questo è ciò che ha compreso la città di Monaco ed il suo Sindaco Hep Monatzeder che da un paio di anni ha rilanciato l’immagine della città, con l’obiettivo di farla divenire la capitale ciclabile tedesca.
Dall’Aprile 2010 ha infatti preso il via, la campagna biennale di comunicazione, per la quale sono stati investiti ben 2,2 milioni di euro.

Cosa è stato fatto e quali sono stati i risultati che hanno spinto il primo cittadino a rinnovare la campagna per altri due anni?

Tutto ha avuto inizio nel 2007 quando furono registrati scarsi risultati in seguito agli investimenti impegnati sulle infrastrutture per la mobilità ciclabile. Venne allora eseguito uno studio e si riscontrò l’assenza di una comunicazione professionale di supporto alle azioni intraprese, necessaria per il successo delle stesse. Così da questo momento, iniziarono gli investimenti anche per la comunicazione e si arrivò alla pianificazione della campagna che ebbe inizio nel 2010.

Gli obiettivi dichiarati furono:

  • ampliare il numero di ciclisti,
  • accrescere la sicurezza stradale per chi va in bicicletta.


Gli strumenti di comunicazione utilizzati sono stati e continuano ad essere molteplici. Per il lancio si scelsero:

  • evento iniziale nel centro cittadino, dove furono proiettate immagini di bici, distribuiti palloncini, organizzato un percorso per le biciclette e dato inizio simbolicamente a questa nuova stagione attraverso il suono di un migliaio di campanelli alle 21 in punto;
  • creazione della figura del Radi-Joker, ossia un vigile-aiutante-mascotte per i ciclisti;
  • gadget di vario genere, dalle magliette alle borse;
  • cartelloni pubblicitari multi-soggetto, tra cui uno rappresentante la statua della Bavaria con il casco della bicicletta in mano al posto della corona di alloro;
  • bici-film festival d’autunno, per incentivare l’uso della bici anche nella brutta stagione.

Questi strumenti vennero poi accompagnati da:

  •  sito web
  • profili social su Facebook, Twitter, Youtube e Flickr;
  • blog;
  • brochure informative;
  • programmi di educazione;
  • eventi fashion.

Per questa grande azione di comunicazione sono state associate tre agenzie:

  • Helios (project leader, markering/communication, progettazione e realizzazione);
  • Green City (event management, PR, educazione ambientale);
  • Sportkreativwerkstalt ( project management, financial management, innovation management).

Alla fine del 2011 il Sindaco ha rinnovato l’impegno con la comunicazione per altri due anni, dopo aver riscontrato che:

  • il 60% della popolazione ha percepito la campagna;

  • di questo 60%, l’85% l’ha giudicata buona o molto buona;

  • di questo 85% , il 13% è intenzionato ad usare spesso la bicicletta.

Il costo finale della campagna è equivalso a € 0,7 per cittadino all’anno ed ha avuto il merito di creare la cultura della bicicletta, riscontrando quindi un buon successo.
Per visualizzare la presentazione in pdf della campagna, clicca qui.

Link utili:
sito web
facebook