Letture green: Green Marketing. Il manifesto

Se volete approfondire gli spunti che vi suggerisco attraverso il blog, non potete certo fare a meno di leggere qualche buon libro legato alla sostenibilità.
Per aiutarvi nella ricerca ho pensato di iniziare a suggerirvi qualche lettura, così d’ora in avanti troverete dei post dedicati a questo scopo.


Per un primo approccio con la materia, il libro di John GrantGreen Marketing. Il manifesto” mi sembra il più adatto, non fosse altro per la notorietà del volume, promosso ampiamente da Ninjamarketing. L’autore è infatti considerato il guru del green marketing e presenta all’interno del libro interessanti casi di innovazione sostenibile.

La struttura del testo è quella di un manuale. In buona sostanza si offre una panoramica circa il livello di innovazione green che un’azienda può intraprendere, sottolineando che non si debbano per forza abbracciare strategie drasticamente nuove, ma che anche dei piccoli accorgimenti possono rientrare all’interno della green economy. Grant individua pertanto, diversi obiettivi che un’azienda può prefiggersi: risultati commerciali, ambientali e culturali. La descrizione delle varie possibilità e dei gradi di innovazione è riassunta nella seguente tabella, la cui descrizione rappresenta la parte più consistente del volume:

L’impulso iniziale e ciò che alla fine vi dovrebbe restare ben impresso è il fatto che ecologia e marketing possono finalmente coesistere ed essere compatibili tra di loro. Parlare di green marketing, infatti, non deve suonare come abbracciare un modello di decrescita, ma piuttosto come una visione virtuosa dello sviluppo economico e sociale, in grado di rielaborare positivamente le istanze dell’ambiente all’interno della propria struttura.

Mentre il pensiero che sorregge il cambiamento ricercato nel nuovo paradigma è espresso nel concetto secondo cui “Il green marketing punta a far sembrare normali i prodotti e i servizi sostenibili e non a far sembrare sostenibili quelli normali”.